14 Agosto 2017 Ufficio chiuso

L’agenzia resterà chiusa lunedì 14 agosto.

Riapertura Mercoledì 16 agosto con orario normale

Gratta e Shopping

VERATOUR

banner-Maggio-800x600

Acquistando un biglietto per traghetti Moby o Tirrenia, dal 09/01/2017 al 31/05/2017, si otterrà un buono in euro pari al 25% dell’importo pagato, al netto di tasse e diritti, da scontare su un successivo biglietto, ANCHE IN ALTISSIMA STAGIONE, per qualsiasi destinazione Moby o Tirrenia fino ad esaurimento disponibilità posti per l’iniziativa, sulle date in cui essa è prevista (non intercambiabile tra le due compagnie). Lo sconto ha validità a partire dal terzo giorno successivo alla data di prenotazione, per partenze fino alla fine dell’anno e comunque successive o uguali al viaggio di andata. Se il biglietto, in base al quale è stato emesso il buono sconto venisse annullato, decade anche la validità del codice sconto.

-

CINA – visto consolare

Nuove disposizioni relative alla foto tessera per la richiesta del visto d’ingresso in Cina

Importante aggiornamento da MERIDIANA per voli su DAKAR:

Con effetto immediato i minori fino a 14 anni non compiuti possono viaggiare per e dal Senegal solo se accompagnati da un genitore.
Non è possibile affidarli ad un parente o conoscente neanche con autorizzazione parentale.
In alternativa possono è possibile acquistare il servizio di accompagnamento fornito dalla Compagnia Aerea, a patto che ad accoglierli a destinazione ci sia un genitore.
Per maggiori informazioni contattateci

Novita’ per viaggi in CANADA

Dal 15 marzo 2016 gli stranieri esenti da visto (tra cui i cittadini italiani) diretti in Canada per via aerea devono munirsi prima dell’imbarco dell’ “electronic Travel Authorization” (eTA), similmente a quanto avviene per l’ingresso negli Stati Uniti con l’ESTA.

La richiesta dell’ “eTA” dovrà essere effettuata online. A tale fine saranno necessari un passaporto valido, una carta di credito e un indirizzo di posta elettronica.

L’eTA sarà collegata elettronicamente al passaporto del richiedente e sarà valida per cinque anni o fino alla scadenza del passaporto, se questa interviene prima.

Il relativo costo è di 7 dollari canadesi.

Le richieste potranno essere trasmesse da qualsiasi dispositivo connesso ad Internet, inclusi i cellulari e la risposta perverrà di regola dopo pochi minuti, salvo i casi in cui le competenti Autorità canadesi ritengano necessari ulteriori accertamenti.

NOVITA’ per viaggi negli USA con ESTA

Dal 1° Aprile 2016 per viaggiare con l’autorizzazione Esta (programma di viaggio senza visto) l’unico passaporto accettato è quello elettronico, riconoscibile per la numerazione a 9 cifre (2 lettere e 7 numeri)

Questo Passaporto contiene un microchip nascosto nella copertina del documento e in Italia è rilasciato già dal 26 ottobre 2006; prima di questa data si rilasciava quello a lettura ottica che non è più accettato dagli Usa.

Le autorizzazioni ESTA rilasciate fino al 31-03-2016 in abbinamento ad un passaporto di altro tipo decadono automaticamente a partire dal 1 aprile 2016

UPDATE: viaggi negli USA con esta

Ad integrazione di quanto sotto:

le stesse limitazioni si applicano ora anche a Cittadini che hanno viaggiato in LIBIA, SOMALIA e YEMEN a partire dal 1 marzo 2011

I Paesi interessati sono quindi 7: LIBIA, SOMALIA, YEMEN, IRAN, IRAQ, SUDAN e SIRIA

———————————————————————————————————————————————————

VIAGGI NEGLI STATI UNITI

CON “VISA WAIVER PROGRAM” (ESTA)

21 gennaio 2016

Gli Stati Uniti avviano oggi l’attuazione delle modifiche previste nella legge denominata Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015. La U.S. Customs and Border Protection (CBP) accoglie più di un milione di passeggeri che arrivano ogni giorno negli Stati Uniti e si impegna a facilitare i viaggi legittimi mantenedo nel contempo elevati standard di sicurezza e protezione dei confini. Ai sensi di questa legge, i viaggiatori appartenenti alle seguenti categorie non saranno più idonei a viaggiare e ad essere ammessi negli Stati Uniti nell’ambito del Visa Waiver Program (VWP):

cittadini di paesi VWP che hanno effettuato viaggi, o risultano essere stati, in Iran, Iraq, Sudan o Siria a partire dal 1 marzo 2011 (fatte salve limitate eccezioni per viaggi diplomatici o per scopi militari in servizio di un paese VWP);
cittadini di paesi VWP in possesso di doppia cittadinanza iraniana, irachena, sudanese o siriana.
Questi soggetti potranno comunque richiedere un Visto seguendo la regolare procedura di richiesta presso le ambasciate o consolati. Nel caso tali individui abbiano bisogno di un Visto per gli Stati Uniti in situazioni di emergenza (per motivi di lavoro, salute o umanitari), le ambasciate e i consolati degli Stati Uniti offrono la disponibilità ad applicare una procedura accelerata.

A partire dal 21 gennaio 2016, verrà revocata l’autorizzazione elettronica al viaggio “Electronic System for Travel Authorization” (ESTA) a tutti quei viaggiatori che sono attualmente in possesso di un’autorizzazione valida e che hanno precedentemente indicato di possedere una doppia cittadinanza con uno dei quattro paesi sopra menzionati.

Ai sensi della nuova legge, il Secretary of Homeland Security si riserva il diritto di concedere una deroga a queste restrizioni qualora ritenga che tale deroga risponda all’interesse del law enforcement o della sicurezza nazionale degli Stati Uniti. La concessione di tale deroga avverrà caso per caso. In linea generale, le categorie di viaggiatori che potrebbero beneficiare di una deroga sono:

soggetti che si sono recati in Iran, Iraq, Sudan o Siria in veste ufficiale per conto di un’organizzazione internazionale o regionale, o di un governo sub-nazionale;
soggetti che si sono recati in Iran, Iraq, Sudan o Siria in veste ufficiale per conto di una ONG umanitaria;
soggetti che si sono recati in Iran, Iraq, Sudan o Siria nel ruolo di giornalista per fini professionali;
soggetti che si sono recati in Iran per legittimi motivi di lavoro dopo la conclusione del Joint Comprehensive Plan of Action (14 luglio 2015);
soggetti che si sono recati in Iraq per legittimi motivi di lavoro.
Si ribadisce che la deroga per i richiedenti ESTA sarà valutata caso per caso, compatibilmente con i termini di legge. Inoltre, continueremo a valutare se e come applicare deroghe per cittadini in possesso di doppia cittadinanza irachena, iraniana, siriana e sudanese.

I viaggiatori che hanno ricevuto avviso della revoca dell’autorizzazione ESTA e che non possono perciò viaggiare verso gli Stati Uniti nell’ambito del VWP, possono comunque viaggiare con un Visto non-immigrante valido, rilasciato da un’ambasciata o un consolato degli Stati Uniti. Prima di recarsi negli Stati Uniti, questi viaggiatori dovranno presentarsi presso un’ambasciata o un consolato degli Stati Uniti e sostenere un’intervista per il rilascio del Visto sul proprio passaporto.

La nuova legge non vieta i viaggi o l’ingresso negli Stati Uniti e la grande maggioranza dei viaggiatori che rientrano nel VWP non sarà interessata da questa normativa.

A fine febbraio 2016 si prevede la pubblicazione di una versione aggiornata della richiesta ESTA contenente quesiti in relazione alle eccezioni per viaggi diplomatici e militari, ai sensi della legge.

Per informazioni sulle richieste di visto visitate i siti: http://italian.italy.usembassy.gov/visti.html o http://travel.state.gov

Prima di organizzare un viaggio, i soggetti attualmente in possesso di autorizzazione ESTA sono invitati a controllarne lo status sul sito CBP: https://esta.cbp.dhs.gov

Nuova procedura visto d’ingresso in KENYA

Dove siamo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi